LA FLORENTIA SI CONFERMA CAPOLISTA!

LA FLORENTIA SI CONFERMA CAPOLISTA!

La Florentia batte l’Arezzo nel big match e si conferma al comando del Girone A della Serie B.
Una partita emozionante che ha visto due squadre affrontarsi a viso aperto: un primo tempo di netta matrice rossobianca concretizzata solo dal goal di Gnisci; nella ripresa partita più equilibrata che ha visto il raddoppio di Nocchi e il forcing finale dell’Arezzo che, dopo la rete di Carta, ha provato invano a trovare il pareggio. Ora la Florentia ha 6 punti in più rispetto alla sua diretta avversaria, ma restano ancora 12 giornate e il viaggio verso il sogno è ancora lungo.


Le rossobianche entrano in campo determinate, il match con l’Arezzo è di quelli decisivi per l’intera stagione. Al 3’ prima occasione per la Florentia, sulla punizione di Vicchiarello, Tona appostata sul secondo palo prova la deviazione volante, ma il suo sinistro viene respinto dalla difesa amaranto. Al 7’ le rossobianche passano in vantaggio: Roche regala un filtrante perfetto per Gnisci che, scattata sul filo del fuorigioco, supera Antonelli con un pregevole pallonetto firmando lo 0 – 1. Per Gnisci si tratta di un’altra rete molto pesante, dopo quella che nel girone di andata aveva permesso di battere il Luserna. La Florentia sembra in controllo del match e ci provano anche Roche e Aliaj in sequenza ma Antonelli è attenta. Cresce l’Arezzo, con due spunti sulla fascia sinistra di Aterini e Moscia, ma entrambe non creano preoccupazioni a Leoni. Al 19’ e al 22’ due azioni dubbie in sequenza in area di rigore amaranto: prima il tiro di Gnisci, poi lo spunto di Nocchi vengono deviati con la mano dai difensori dell’Arezzo, ma il direttore di gara, Sig. Singh, non sanziona. Le rossobianche continuano a macinare gioco e al 24’ Gnisci si divora il secondo goal, servita in area da un’ altruista Nocchi, che aveva recuperato il pallone sulla trequarti. Al 28’, invece, è Nocchi a mancare l’occasione per il raddoppio: stavolta la n.21 rossobianca fa tutto da sola, entra in area e conclude, ma il suo tiro sfila sul fondo di poco alla sinistra di Antonelli. Le padrone di casa si affacciano in avanti con una punizione pericolosa di Moscia, deviata in angolo dalla barriera. Sugli sviluppi del corner, battuto teso dalla stessa Moscia, Leoni è attenta. Il primo tempo si conclude con l’uscita dal campo per infortunio di Teci, il capitano dell’Arezzo ha la peggio in uno scontro di gioco fortuito con Nocchi, per lei gli applausi di tutta la tribuna.

La ripresa vede un altro infortunio per l’Arezzo, la neo-entrata e sfortunata Casula deve abbandonare il campo per un problema muscolare dopo appena due minuti. Le amaranto non si scoraggiano e cercano di prendere in mano il gioco. Ancora Aterini al 52’ è pericolosa con una discesa sulla fascia sinistra, ma Tona è ben appostata e respinge il cross basso. La Florentia vuole il raddoppio e Nocchi si fa pericolosa al 60’ prima su un lancio di Aliaj e poi scattando sempre sul filo del fuorigioco, la sua scivolata anticipa l’intervento di Antonelli, ma il pallone esce di poco a lato. Al 63’ Verdi per l’Arezzo sbaglia un goal clamoroso calciando al volo sopra la traversa da buona posizione. Moscia cerca il pareggio in due occasioni: prima su una punizione da lontano ma è attenta Leoni, poi su uno spunto personale, l’asse Tona-Leoni controlla con sicurezza e sventa il pericolo. Nel momento migliore per le padrone di casa arriva il raddoppio della Florentia con una splendida azione Pompignoli-Nocchi: al 69’ Pompignoli, subentrata a Roche che ancora non ha i 90 minuti nelle gambe, difende bene il pallone, riesce a girarsi e a crossare per Nocchi, la n.21 rossobianca, nonostante l’altezza dei due centrali difensivi amaranto, stacca altissimo e gira il pallone in rete, bissando il goal dell’ex dell’andata. L’Arezzo non ci sta e si riversa in attacco, al 71’ Tona interviene in maniera superba su Carta, lanciata a rete, e in scivolata manda il pallone in corner. Le rossobianche provano a pungere in contropiede, Baracchi anticipa Lotti pronta a calciare a rete da buona posizione e sugli sviluppi del corner Baroni sfiora il terzo goal di testa. Al 79’ Moscia sfida ancora Leoni su punizione, la n.19 amaranto dal limite lascia partire un bel destro, ma l’estremo difensore rossobianco in tuffo plastico indovina l’angolo e salva il risultato. Leoni, però, non può nulla all’ 84’ quando Carta, complice l’unica amnesia difensiva, si ritrova col pallone sul destro al limite dell’area piccola, incrocia il tiro e accorcia le distanze. Il pubblico del “Giunti” si infiamma, ma la Florentia stringe i denti e con il cuore difende il risultato fino alla fine!


Il big match finisce 1 – 2 per le rossobianche, ma la partita è stata uno spot importante per il calcio femminile: tribune gremite, tifoserie che hanno incitato le squadre per tutti i 90 minuti, fair play in campo e sugli spalti. Complimenti all’Arezzo, ma grandi complimenti alla Florentia che ora viaggia con 6 punti di distanza rispetto alle amaranto.


“Sono contento, questo è un risultato importante, frutto di tanto lavoro e allenamento” commenta mister LelliUna bella emozione, ma anche tanta sofferenza soprattutto nel finale. Un unico rammarico è non averla chiusa nel primo tempo, quando potevamo andare negli spogliatoi anche sullo 0 – 3. Non dobbiamo mai peccare di superficialità, sbagliamo ancora troppo sotto porta. Nella ripresa loro hanno cambiato modulo, mettendoci un po’ in difficoltà, ma ci siamo ampiamente meritati questa vittoria! Adesso arriva il bello e il difficile del nostro campionato, dobbiamo continuare a lavorare, lavorare duramente come abbiamo fatto finora. Domenica arriva il Ligorna, ci hanno messo in grossa difficoltà all’andata ed è una squadra che temo. Come sempre però, non dobbiamo avere paura, ma solo tanto rispetto per le nostre avversarie!”


ACF Arezzo: Antonelli, Teci (45’ Casula, 47’ Arzedi), Verdi, Di Fiore, Aterini, Binazzi, Baracchi, Naticchioni, Carta, Moscia, Mencucci
All. Lorenzini

C.F. Florentia: Leoni, Bonaiuti, Baroni, Tona, Lotti, Ceci, Aliaj (92’ Valgimigli G.), Roche (60’ Pompignoli), Vicchiarello, Gnisci (77’ Mazzella), Nocchi
All. Lelli

Tabellino: 7’ Gnisci, 69’ Nocchi, 84’ Carta

Terna arbitrale:
Direttore di Gara Sig. Singh (Macerata)
Primo Assistente Sig. D’amato (Siena)
Secondo Assistente Sig. Pulcinelli (Siena)