La Florentia vince di misura contro la Femminile Juventus

Nel clima surreale di una domenica triste per tutto il calcio italiano, la Florentia batte di misura la Femminile Juventus grazie al colpo di testa di Elisabetta Tona al 70’. Dopo il doveroso minuto di silenzio in memoria di Davide Astori, le due squadre hanno onorato il ricordo del capitano della Fiorentina e difensore della Nazionale giocando un match combattuto fino alla fine.


La Florentia entra in campo concentrata e decisa a portare a casa altri tre punti: nei primi 15 minuti le rossobianche creano 4 chiare occasioni da goal con Roche, Tona, Ceci e Hjohlman, ma nessuna delle giocatrici di mister Lelli riesce a centrare la porta ben difesa da Milone. Il meccanismo ben oliato della Florentia si inceppa, anche per merito delle bianconere che si difendono con tutto l’organico nella propria metà campo e provano a pungere con le ripartenze; Leoni però non è mai chiamata in causa. Le rossobianche faticano a trovare gli spazi per proporre il loro gioco e, complice anche qualche imprecisione in fase di ultimo passaggio, le squadre vanno al riposo sullo 0 – 0.

Nella ripresa Mister Lelli prova a dare un segnale alla squadra inserendo un attaccante, Pompignoli, al posto di un difensore, Bonaiuti, che pur aveva giocato un ottimo primo tempo. Proprio la n.9 rossobianca, insieme a Hjohlman e Gnisci, prova a impensierire la retroguardia bianconera, ma Milone e compagne si difendono ordinate. A metà secondo tempo sale in cattedra Tona che prima, con esperienza, evita un goal fermando Mellano lanciata a rete e poi al 70’, sugli sviluppi di una punizione dal limite di Vicchiarello nata da un fallo da ultimo uomo e conseguente espulsione di Nicastro, insacca di testa la rete che decide l’incontro. Le avversarie provano a reagire e negli ultimi 10 minuti mettono pressione alla difesa rossobianca con Mellano che spreca un’ottima occasione da calcio piazzato tirando alto sopra la traversa. Al triplice fischio del Direttore di gara, il Sig. Perini di Roma, la Florentia può festeggiare un’altra vittoria, la 17esima in campionato, e il momentaneo +9 in classifica sull’Arezzo, che però ha una gara in meno.   


Innanzitutto mi preme fare le più sentite condoglianze alla famiglia Astori, quello che è successo è un vero e proprio dramma sportivo e umanocommenta Mister LelliAnche se è difficile oggi parlare di calcio giocato, devo dire che sono contento del risultato perchè era una partita che temevo molto. La Juventus si è dimostrata un’ottima squadra, ben organizzata, con una chiara identità di gioco e faccio i miei complimenti a Mister Serami, non si meritano l’attuale posizione in classifica. Da parte nostra invece abbiamo fatto qualche errore di troppo a livello individuale, non abbiamo fatto le scelte giuste e a inizio gara non siamo stati bravi a capitalizzare le palle goal che abbiamo creato. Questa è la fase cruciale del campionato, non possiamo permetterci cali di tensione, inoltre ora le squadre ci conoscono bene, sanno come giochiamo e noi dobbiamo fare un ultimo sforzo e un ulteriore cambio di mentalità per raggiungere il nostro obiettivo. Domenica sarà importante non sottovalutare l’avversario e vincere: le prossime 7 partite dovranno essere per noi 7 finali!


C.F. Florentia: Leoni, Bonaiuti (50’ Pompignoli), Tona, Baroni, Rodella, Ceci, Lotti, Vicchiarello, Roche, Gnisci (80’ Mazzella), Hjohlman
All. Lelli

Femminile Juventus: Milone, Tomei (83’ Benatello), Fanton, Chiavicatti, Nicastro, Tosetto, Mondino, Mellano, Sottil, Gastaldo, Sobrino (77’ Cupoli)
All. Serani

Tabellino: 70’ Tona

Note: 68’ espulsa Nicastro per fallo da ultimo uomo

Terna arbitrale:
Direttore di Gara Sig. Perini (Roma)
Primo Assistente Sig. Brocchi (Arezzo)
Secondo Assistente Sig. D’amato (Siena)