Florentia sconfitta con onore a Torino

La Florentia torna da Torino a mani vuote. Stesso risultato dell’andata e stesso andamento della partita: possesso palla per la Florentia, Juventus Women più cinica e passivo troppo netto per le rossobianche che subiscono gli ultimi due goal in inferiorità numerica.


La Florentia scende in campo contro la capolista Juventus con un inedito 4-4-2, interpretabile anche con un 4-2-3-1 con Rinaldi unica punta, supportata da Ferrandi, Hjolman e Nocchi.
La Juventus deve fare a meno di Giuliani tra i pali, al suo posto Bacic, e Hyyrinen viene preferita a Salvai accanto al capitano Sara Gama.


Nel primo tempo le squadre si studiano, molto possesso palla per entrambe, con le padrone di casa che pressano molto alto, cercando di mettere in difficoltà la retroguardia rossobianca.
La prima azione pericolosa dell’incontro è sul destro di Bonansea che al 9’ ci prova da fuori area e coglie in pieno il palo alla destra di Marchitelli.
Le bianconere passano in vantaggio al 10’ su azione illuminante di Cernoia che serve un filtrante per Boattin, la n.13 mette in mezzo rasoterra, Dongus in scivolata anticipa tutte e mette il pallone nella sua rete. La centrale tedesca è costretta ad uscire dal campo per un infortunio alla caviglia occorso proprio al momento dello sfortunato intervento, al suo posto entra Rodella.
La Florentia è ben messa in campo e ha un buon palleggio, le occasioni però sono tutte per le bianconere: Girelli al 16’ calcia alto senza impensierire Marchitelli.
La Florentia cresce e potrebbe pungere con Lois Roche su punizione, il tiro è troppo facile per Bacic.
Le padrone di casa giocano molto con triangolazioni veloci, Girelli cerca di impostare insieme a Cernoia e Galli, per la velocità di Aluko e Bonansea e vanno vicine al raddoppio proprio sull’asse Galli-Girelli: la n.10 tenta il pallonetto ma la mira è difettosa.
Al 30’ si vede anche Bonansea che fa tutto bene sulla fascia destra, salta Rodella e Tona, scarica il sinistro, ma Marchitelli c’è.
La Florentia controlla il risultato fino al fischio del Direttore di Gara senza subire ulteriormente le folate delle bianconere.

Nella ripresa la partita non decolla, anche se al 50’ la Juventus si vede annullare un goal di Caruso, pescata in fuorigioco sulla ribattuta corta di Marchitelli. Ancora pericolosa la Juventus in contropiede con Aluko che sceglie la soluzione personale anzichè servire Girelli al centro dell’area. La Florentia manovra, ma non punge, l’unico tentativo è di Ferrandi che da distanza siderale non inquadra la porta. Anche Galli dai 30 metri prova a sorprendere Marchitelli, ma al 67’ la n.31 è bravissima a deviare il pallone sulla traversa.
Quando la partita sembra avviarsi alla chiusura, Filangeri complica la situazione alle compagne: doppio giallo al 70’ e al 78’ e Florentia costretta a chiudere la partita in 10.
Le padrone di casa si riversano in attacco per aumentare il vantaggio, ma all’80’ ancora Marchitelli è miracolosa sul tiro di Bonansea diretto all’incrocio.
La Juventus spinge e all’85’ Girelli trova il goal del raddoppio con una bella incornata su calcio d’angolo. La Florentia ci crede ancora e all’87’ va vicina al goal con Vicchiarello su punizione, ma Bacic è brava a respingere sia sul calcio piazzato che sulla respinta di Nocchi da pochi passi e la porta bianconera resta inviolata.
Non finisce qui: le bianconere, che non hanno brillato nell’arco dei 90 minuti, trovano anche la terza rete su calcio di rigore: Ceci ferma da ultimo uomo Bonansea, che si lascia cadere in area, espulsione per la n.6 rossobianca e rigore segnato da Cernoia che spiazza Marchitelli.
Nel finale c’è ancora tempo per vedere un altro miracolo di Marchitelli sul tiro di Cernoia e poi l’arbitro, il sig. Morabito, manda le squadre negli spogliatoi.


Buona complessivamente la prestazione della Florentia che ha retto l’urto delle Campionesse d’Italia per 78’ minuti senza però mai riuscire a pungere in attacco; in inferiorità numerica le rossobianche hanno però subito la Juventus Women nel finale, chiudendo con un passivo troppo pesante.

Prossimo appuntamento a Verona, il 26 gennaio, per cercare il riscatto contro il Chievo, con una difesa tutta da inventare!


Serie A, 13° Giornata, Sabato 12 Gennaio 2019, ore 17.00
Juventus Training Center – Vinovo (TO)
Juventus Women – Florentia 3 – 0 (1 – 0)

Tabellino: 10’ Dongus (aut.), 85’ Girelli, 90’ Cernoia (R)

Juventus Women: 42 Bacic, 2 Hyyrynen, 3 Gama, 13 Boattin, 25 Sikora, 4 Galli, 7 Cernoia, 21 Caruso (53’ Pedersen), 9 Aluko (61’ Glionna), 10 Girelli, 11 Bonansea
A disposizione: 12 Russo, 6 Franco, 19 Pekroth, 23 Salvai, 16 Nick
All. Rita Guarino

Florentia: 31 Marchitelli, 85 Filangeri, 19 Tona (cap), 32 Dongus (12’ Rodella), 6 Ceci, 25 Vicchiarello, 93 Roche, 71 Ferrandi (66’ Domenichetti), 11 Hjohlman (88’ Gnisci), 21 Nocchi, 9 S. Rinaldi
A disposizione: 24 Baldi, 8 Lotti, 13 Roche S., 87 Orlandi
All. Stefano Carobbi

Note: 70’ cartellino giallo Filangeri (F), 73’ cartellino giallo Sikora (J), 78’ cartellino rosso Filangeri, 89’ cartellino rosso Ceci

Direttore di gara: sig. Morabito (sez. Taurianova)
Primo Assistente: sig. Cesarano (sez. Castellamare di Stabia)
Secondo Assistente: sig. Russo (Napoli)